logoWIKIMEDIAITALIA

Chi siamo

Wikimedia Italia è un’associazione di promozione sociale, il cui obiettivo principale è di contribuire attivamente alla diffusione e al miglioramento del sapere promuovendo la produzione e la raccolta gratuita di contenuti liberi (il cosiddetto Open Content), per incentivare le possibilità di accesso alla conoscenza e alla formazione. I “contenuti liberi” sono tutte le opere per le quali i loro autori e creatori permettono esplicitamente l’elaborazione e/o la diffusione gratuita. Sin dalla sua nascita nel 2005, l’associazione è sempre stata apartitica, apolitica e senza scopro di lucro.

Wikimedia Italia si occupa di

  • sostenere petizioni e campagne sui temi che l’associazione sviluppa;

  • sostenere e promuovere in Italia, similmente a quanto fanno gli altri capitoli locali (chapters) nel resto del mondo, i progetti di Wikimedia Foundation: Wikipedia, Wikitionary, Wikiquote, Wikibooks, Wikisource, Wikinews, Wikiversity, Wikispecies, Wikidata, Wikimedia Commons, Wikivoyage;

  • attuare progetti che permettano il libero accesso a fonti di informazione privilegiate, quali i contenuti di gallerie, biblioteche, archivi e musei;

  • fare formazione nelle scuole (ma non solo) sui temi del diritto d’autore, co-creazione, valutazione delle fonti, ecc. al fine di aiutare lo sviluppo delle competenze digitali;

  • promuovere iniziative volte alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale nazionale.

Noi e Wikimedia Foundation

Siamo ufficialmente riconosciuti da Wikimedia Foundation come
capitolo italiano: lavoriamo da sempre a stretto contatto con loro, ma
siamo giuridicamente indipendenti e cerchiamo di esserlo anche
economicamente. A differenza di altri capitoli nazionali, Wikimedia Italia non basa il suo bilancio sulle sovvenzioni di Wikimedia Foundation, ma unicamente sulle sue forze e sulla generosità dei suoi donatori.

Per due anni (2009, 2010) abbiamo fatto la campagna di raccolta fondi insieme a Wikimedia Foundation, tramite i siti di Wikipedia e degli altri progetti; nel 2011 e 2012 siamo stati completamente indipendenti, mentre nel 2013 abbiamo ottenuto un rimborso per le spese di organizzazione della Wikimedia Conference, la riunione annuale di tutti i capitoli Wikimedia nel mondo.

Abbiamo scelto di non pesare sulle spalle di Wikimedia Foundation per cercare di lasciare i loro fondi a sostegno diretto dei progetti e di tutti quelli che, lavorando nella nostra stessa direzione, non riescono a raccogliere fondi sufficienti per andare avanti.

Diamo i numeri

Solo negli ultimi quattro anni, Wikimedia Italia ha raccolto oltre 470mila euro di donazioni, che ha usato per mettere in atto molti progetti, alcuni dei quali sono diventati un appuntamento annuale. L’associazione conta a oggi circa 400 soci e punta ad arrivare a 500 nel minor tempo possibile.

Tuttavia, il campo della cultura in Italia non ha vita facile: la più recente ricerca della Commissione Europea, del 4 novembre 2013, racconta che il calo di partecipazione ad attività culturali coinvolge tutto il continente, e per di più all’interno di questo sconfortante panorama l’Italia “brilla” per le percentuali tra le più basse. Wikimedia Italia lavora da anni con passione per opporsi a questa tendenza, per questo per noi è fondamentale il contributo di tutti. Contributo economico, ma anche attivismo!